Home COME AIUTARCI DONAZIONI LIBERALI DEDUZIONI E DETRAZIONI
DEDUZIONI E DETRAZIONI PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 02 Aprile 2009 09:54

UNA DONAZIONE ALLA FONDAZIONE AdJ  PERMETTE DI PAGARE MENO IRPEF

 

Associare una buona azione, quale una donazione alla nostra Fondazione, ha dei presunti vantaggi fiscali non è forse il  migliore dei modi per convincere qualcuno a devolvere una somma per una valida causa. Infatti così non è.

Lo scopo di questa chiacchierata è quello di far presente, a tutti quelli che generosamente hanno versato del denaro alla Fondazione AdJ, che il Ministero delle Finanze riconosce loro una sorta di  premio.

 

Difatti, chi nel 2008 ha effettuato un versamento alla (allora) neonata Fondazione AdJ ha quest’anno la possibilità di ottenere un beneficio fiscale

Il beneficio fiscale indicato consiste, alternativamente, o in una deduzione dell’importo versato dal reddito imponibile oppure in una detrazione dall’IRPEF del 19% della donazione.

Per i redditi di lavoro dipendente, ad esempio, le imposte sono già state trattenute dal datore di lavoro. Nel caso non ci siano altre fonti di reddito da dichiarare non è richiesta la presentazione della dichiarazione dei redditi.

Ciò non toglie, comunque, che possa risultare conveniente presentare la dichiarazione dei redditi. Questo perché delle deduzioni e/o delle detrazioni  potrebbero permettere di ottenere un rimborso di quelle imposte che sono già state trattenute (e versate) dal datore di lavoro.

 

Ma qual è la differenza tra deduzione e detrazione?

 

Per DEDUZIONE s’intende la sottrazione dal reddito complessivo di una certa somma, nel nostro caso di una donazione, con il risultato che il reddito imponibile (ovvero il reddito sul quale vengono calcolate le imposte) alla fine risulta più basso.

Dato che  le imposte diminuiscono al diminuire del reddito imponibile, una donazione che abbassa il reddito imponibile permettere di ridurre le imposte sui redditi. Ma in quale misura? La misura è variabile e dipende da quali “aliquote marginali” vengono applicate al reddito. Difatti, una volta sottratti dal reddito complessivo gli oneri deducibili si ottiene il reddito imponibile e sulla base di quest’ultimo viene calcolata, in base agli scaglioni di reddito, l’imposta dovuta. Gli scaglioni di reddito sono delle fasce in base alle quali corrispondono diverse percentuali di imposta e che devono essere confrontate col proprio reddito imponibile.

Facciamo un esempio:

Gli scaglioni di reddito e aliquote d’imposta attualmente in vigore sono:

                                                                                  Scaglioni di Reddito                 Aliquote Marginali

            1° - fino a 15.000€                                              23%

                                                                       2° - oltre 15.000€        e fino a 28.000€              27%

                                                                       3° - oltre 28.000€        e fino a 55.000€              38%

                                                                       4° - oltre 55.000€        e fino a 75.000€              41%

                                                                       5° - oltre 75.000€                                               43%

 

Ipotizziamo che il “reddito complessivo” sia di 25.000€. L’aliquota marginale interessata é quella del 2° scaglione. Quindi, poiché l’Irpef viene calcolata in base agli indicati scaglioni di reddito,  fino a 15.000€ si paga il 23% e sui rimanenti 10.000€ il 27%.

Ipotizziamo, ora, che la donazione sia stata di 1.000€. La deduzione di questa somma dal reddito complessivo abbassa il reddito imponibile di 1.000€ portandolo a 24.000€. Lo “sconto” di imposta é, quindi, pari al 27% di 1000€  (270€).

 

Per quanto riguarda i versamenti effettuati nei confronti della Fondazione AdJ, bisogna ancora aggiungere che la deduzione spetta, al massimo, per un importo non superiore al reddito complessivo e comunque per importi non superiori a 70.000€.

Affinché gli importi siano deducibili, è inoltre necessario che i versamenti vengano effettuati mediante versamento postale o bancario, ovvero mediante carte di debito, carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari.

 

Per dedurre la somma devoluta alla Fondazione AdJ:

-         nel mod. 730/2009; compilare il rigo E27, indicando il codice “3” in colonna 1 e l’importo della donazione in colonna 2;

-         nei mod. Unico Persone Fisiche e Unico MINI 2009; compilare il rigo RP28, indicando il codice “3” in colonna 1 e l’importo della donazione in colonna 2.

 

Riassumendo, se si presenta la dichiarazione dei redditi solo per dedurre un versamento fatto alla Fondazione AdJ, la somma che si recupererà sarà pari al versamento effettuato moltiplicato per l’aliquota relativa al proprio scaglione di reddito.

 

 

Per DETRAZIONE s’intende la sottrazione di una certa somma dall’IRPEF (lorda) dovuta. I versamenti fatti alla Fondazione AdJ riducono l’Irpef dovuta del 19% del loro importo, fino ad un massimo detraibile di 391,51€ (che corrisponde a 2.065,83 € versati).

 

Facendo un esempio (in questo caso risulterà più semplice), si può supporre che:

- oltre ai redditi di lavoro dipendente non si posseggano altre tipologie di reddito per le quali sia necessario presentare la dichiarazione;

- che l’unico onere per il quale si possa usufruire di una detrazione sia la donazione alla Fondazione AdJ, che ipotizziamo essere stata nel 2008 di 200€.

In tal caso la detrazione (e di conseguenza anche il rimborso) é pari 38€.

 

Affinché gli importi siano deducibili, è necessario che i versamenti vengano effettuati mediante versamento postale o bancario, ovvero mediante carte di debito, carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari.

 

Per detrarre il 19% della somma devoluta alla Fondazione AdJ:

-   nel mod. 730/2009; compilare uno tra i righi E19, E20, E21 indicando il codice “20” in colonna 1 e l’intero importo della donazione in colonna 2 (e non già il 19%);

-   nel mod. Unico Persone Fisiche e Unico MINI 2009; compilare il rigo RP19, RP20, RP21 indicando il codice “20” in colonna 1 l’intero importo della donazione in colonna 2 (e non già il 19%).

 

Gli esempi riportati dimostrano che sia la deduzione che la detrazione permettono di ottenere un beneficio fiscale ma nello stesso tempo si può anche sostenere che (nella maggior parte dei casi) la deduzione consenta di ottenere un risultato più favorevole.

 

In conclusione, é tuttavia necessario ricordare che attualmente non vengono rimborsati (così come non sono dovuti all’erario) gli importi risultanti dalle dichiarazioni dei redditi che siano inferiori a 12€.

 

In buona sostanza, per essere certi di portare a casa, oltre alla soddisfazione di aver compiuto una buona azione, anche la sicurezza di ottenere un vantaggio fiscale è in ogni caso consigliabile versare qualche euro in più piuttosto che in meno.

Ultimo aggiornamento Giovedì 02 Aprile 2009 09:58
 
Copyright © 2021 Fondazione Onlus Amici di Jean. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.